11 Oct | 2016
tanner-foust-apertura

Tanner Foust e un anno strepitoso buttato in una sola gara

Ci sono due cose che fanno impazzire gli appassionati di sport: una gara piena di contatti e un campionato che si decide nell’ultima gara della stagione. Proprio quello che è accaduto nella finale di Los Angeles del Red Bull Rallycross 2016.

Domenica mi sono collegato alla Red Bull TV con quasi un senso di noia perché già mi immaginavo come sarebbe andata a finire, ma l’ho fatto perché una finale è sempre una finale.

Quest’anno Tanner Foust aveva dominato il campionato sin dalla prima tappa e mi aspettavo di vedere il “solito” Maggiolino nero e giallo da 600 cavalli del Team Andretti scattare dalla pole e rimanere in testa fino alla fine. Perché è una scena cui quest’anno Tanner ci aveva ampiamente abituati con 4 vittorie e 6 podi. Non avrei potuto sbagliarmi di più. Continua a leggere

9 Aug | 2016
b5024b6990c739511b0f3e81c8c1333a_XL

La Nazionale di nuoto è alle Olimpiadi in vacanza? Così sembrerebbe

Da ex atleta professionista, in questi giorni mi stupisco parecchio delle dichiarazioni dei nuotatori italiani. Gareggiano, vengono eliminati e, tra il sorpreso e il deluso, affermano di non sapere che cosa sia successo. “Di solito quel tempo lo faccio tranquillamente in allenamento e oggi non mi ci sono nemmeno avvicinato”. E la cosa si ripete batteria dopo batteria.

Ora, premesso che prima di certi eventi sportivi la Nazionale Italiana dovrebbe mettere in piedi un piccolo corso sul come rapportarsi con i media e cosa dire davanti a una telecamera, accetterei un discorso del genere da degli sportivi amatoriali che partecipano a un campionato provinciale, non da atleti professionisti stipendiati dalle forze dell’ordine.

nuoto-federica-pellegrini

L’impressione è che molti di loro siano ben preparati dal punto di vista atletico e tecnico, ma che mentalmente non siano per nulla in grado di affronare una gara Olimpica. Nessuno parte per vincere. La maggior parte di loro viene sopraffatta dalla tensione e allo sparo il loro battito è già a 140 pulsazioni. E poi ci sono quelli che – a proposito di cose da non dire davanti a una telecamera – affermano che “qui comunque si sta bene. E’ proprio una bella esperienza”.

Già, e infatti tutti noi siamo contenti di pagarti uno stipendio perché tu possa avere una bella esperienza. Chissenefrega delle medaglie!

Personalmente non mi aspetto che vincano tutto, ci mancherebbe, ma vorrei che fossero un esempio per le nuove generazioni, vorrei vedere (e sentire) che hanno dato il massimo che possono dare e non che stanno facendo una bella vacanza.

1 Jul | 2016
Concept 26

Auto che si guidano da sole? Io non le voglio

Nel 2002, quando vidi il film Minority Report, rimasi inorridito dalla scena delle macchine del futuro: auto che si guidavano da sole. Tom Cruise saliva sulla sua macchina personale, le diceva dove voleva andare e poi si metteva comodo a fare qualsiasi cosa che non fosse guidare. Se avevo adorato le auto volanti di Ritorno al Futuro Parte II in cui uno continuava ad avere il controllo del mezzo in autostrade aeree, l’idea che in futuro la mia auto sarebbe diventata un taxi con il pilota automatico mi rattristava terribilmente.  Continua a leggere

20 May | 2016
VW-spot

I più divertenti spot di Volkswagen Rally

Dallo scorso anno, il mondo rally di Volkswagen ha iniziato a produrre degli spassosissimi video per annunciare le tappe WRC in cui avrebbero gareggiato. Ho selezionato per voi i più divertenti.

I protagonisti? I meccanici, lo staff e, ovviamente, Sebastien Ogier, Andreas Mikkelsen, Jari-Matti Latvala, i piloti ufficiali del Team VW.

Ieri, in vista dell’inizio del campionato americano di Rallycross, la filiale americana ha lanciato uno spot sul campione in carica, Scott Speed (ex pilota di F1), che non riuscirebbe più a fare dei cerchi, che per un pilota di Rallycross equivale a non saper inserire la prima.

Nel video Tanner Foust vestirà i panni del maestro Miyagi affinché il suo compagno di squadra ritorni presto competitivo. Continua a leggere

11 May | 2016
rallycross-hockenheim

La più bella gara che vedrete nella vostra vita?

Domenica scorsa, a Hockenheim, c’è stata la più bella gara di Rallycross della storia e, probabilmente, la più bella in generale che io abbia mai visto.

Molte gare sono belle, combattute, ma gli manca qualcosa per renderle epiche, leggendarie. Gare che ci ricorderemo con passione ancora tra molti anni. Questo perché devono combinarsi il numero perfetto di ingredienti: certi piloti in gara e in certe posizioni, un certo numero di sorpassi, e un pilota che riesce a essere in testa nonostante abbia un gravissimo problema tecnico o che, dopo un incidente a inizio gara, riesce a passare da ultimo a primo. Continua a leggere