13 Jan | 2016

Il caso Friese – Peick: chi esplode ha sempre torto?

Peick-Friese

Nella prima gara del campionato Supercross 2016, un pilota ha preso a pugni un altro pilota perché lo aveva steso per due volte nella stessa serata. Ha fatto bene o male?

Negli sport di contatto esiste un regolamento non scritto – ma condiviso – che considera alcuni contatti aggressivi ma normali e altri semplicemente non necessari e dunque da evitare.

Quello che risulta strano a chi segue gli sport in TV, o semplicemente non ha mai praticato un certo tipo di sport, è che nella maggior parte dei casi non si nota alcuna differenza tra le due tipologie. Si tratta infatti di sfumature. A volte di un centimetro in più o in meno, di dove uno si appoggia con il gomito o di quanta via di fuga si lascia all’avversario.

Ad Anaheim, durante la prima prova del campionato 2016 del Supercross americano, Vince Friese ha deliberatamente ignorato quel regolamento. Nella manche di qualificazione, in cui passavano i primi quattro piloti, ha tagliato la strada a Weston Peick non lasciandogli nemmeno un millimetro di via di fuga e Peick si è ritrovato a mangiare un bel piatto di terra californiana. Poco più tardi, durante le semi-finali, i due si sono ritrovati. Weston Peick era davanti a Friese, ma in una curva a 180°quest’ultimo è entrato duramente sulla ruota anteriore di Peick facendolo cadere e cadendo a sua volta. Il grosso pilota californiano non ci ha visto più e ha iniziato a prendere a pugni il casco di Friese con un ritmo da far invidia a Mike Tyson, mentre questo tentava di recuperare la sua motocicletta non tentando nemmeno di difendersi.

Weston Peick ha sbagliato, perché qualsiasi cosa accada in pista niente giustifica il venire alle mani. L’organizzazione l’ha subito punito con l’espulsione dalla gara cui sono seguite una multa di 5 mila dollari e la non partecipazione alla prossima prova di San Diego.

Quindi Weston non avrebbe dovuto fare niente? No, avrebbe dovuto aspettare tranquillo fino alla prossima gara dove – sempre per quel famoso regolamento non scritto – Vince Friese si sarebbe trovato a rimbalzare contro i gomiti arrabbiati di tutti gli altri piloti.


Commenta su Facebook

Commenta sul sito

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Puoi usare questi codici HTML nel tuo commento: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>